La RSU di Ateneo, dopo 5 mesi dalla disdetta del contratto integrativo (con richiesta di “aprire quanto prima il tavolo negoziale”) e a due mesi dalla proposta su Fondo accessorio e Fondo comune 2018, denuncia il persistente e immotivato rifiuto della Parte pubblica di avviare le trattative sul Fondo accessorio 2018 e per la revisione del contratto integrativo.

Ci sarebbe stato tutto il tempo, a partire almeno dal mese di luglio, per trattare su accessorio 2018 e sulle future prospettive per il personale (a partire dalla programmazione di un piano per le progressione economiche orizzontali, c.d. PEO), ma è mancata la volontà della Parte Pubblica  di mettere in discussione un sistema di valutazione sempre più inadeguato (obiettivi 2018 fissati a ottobre!) e una riorganizzazione che, almeno nei dipartimenti, non c’è stata.

Tale deprecabile atteggiamento ha chiaramente raffreddato i rapporti tra le parti fino a quando non saranno avviate trattative caratterizzate da spirito di leale collaborazione e trasparenza: