La RSU, considerato che alla data del 21 settembre non sono ancora iniziate le trattative per la costituzione del Fondo accessorio 2018, tenendo presente che ogni precedente accordo con riferimento all’anno 2018 è stato formalmente disdetto da questa RSU più di due mesi fa, invita la Parte pubblica ad avviare senza indugio il tavolo di contrattazione per la costituzione del Fondo accessorio e del Fondo comune per l’anno 2018.

In particolare la RSU chiede:
1) l’immediata trasmissione dell’ipotesi di costituzione del Fondo accessorio 2018 alla luce del nuovo CCNL;
2) la costituzione di un tavolo tecnico per la costituzione del Fondo accessorio e del Fondo comune 2018

Chiede inoltre che sia dato circostanziato riscontro scritto alle istanze presentate da questa RSU:
– il 30/07 su Telelavoro;
– il 02/08 su Modulistica in merito ad alcuni istituti del nuovo CCNL;
– il 29/08 e 12/09 Chiarimenti e dati in merito alle vigilanze alle prove di ammissione;
– 03/08 e 31/08 riscontri al direttore del CAB.

Considerato il ritardo accumulato chiede inoltre:
– la programmazione degli incontri per i pochi restanti mesi del 2018;
– l’invio con congruo anticipo dei dati e dei materiali che verranno discussi al tavolo di Contrattazione.

Questa RSU auspica che la Parte pubblica inizi quanto prima a collaborare lealmente con le rappresentanze sindacali, abbandonando un atteggiamento dilatorio e di “temporeggiamento” che sta ormai sconfinando nell’ambito dell’azione antisindacale, sanzionabile ai sensi dell’art. 28 dello Statuto dei lavoratori.

 

Mail inviata
21/09/2018 alle ore 12:30:41 la RSU ha scritto:
Al Direttore generale
Al Prorettore vicario
A Relazioni sindacali
Alla Dirigente ARU